Condotta professionale medica e responsabilità penale

Condotta professionale medica e responsabilità penale

26Є

Siscaro G.
Pubblicazione 2009 - Volume in brossura, 270 pagine

Il margine di sicurezza in cui i Medici lavorano è spesso ristrettissimo: si pensi, ad esempio, alla somministrazione di trattamento anticoagulante, in cui occorre saper guidare il paziente a navigare tra Scilla (la trombosi) e Cariddi (l'emorragia); e nonostante tutto, anche se le cose vengono fatte in modo ineccepibile, la complicanza e/o l'evento avverso (diversi dall'errore) possono sempre verificarsi. Un medico costantemente assillato dal timore delle possibili conseguenze negative delle proprie decisioni sarebbe paralizzato nel suo agire ed il suo operato potrebbe essere distorto: non più e non solo il bene del paziente, ma, soprattutto, quello di evitare problemi per se stesso (medicina difensiva). Il libro è scritto con la saggezza di chi vede le conseguenze dell'errore tutti i giorni (come peraltro noi medici) e vuole aiutarci ad evitarli con un contributo che vuole anzitutto essere un'apertura al dialogo ed alla reciproca comprensione tra mondo sanitario e mondo giudiziario, oltre che una prima risposta alle importanti esigenze formative sulla disciplina giuridica della professione medica e sui contenuti giuridici che detta professione connotano in maniera sempre più incisiva. Pertanto è un libro che, fuoriuscendo dalla ristretta e prevalente prospettiva medico-legale, tratta di dialogo, di formazione e di prevenzione: non siamo presuntuosi, leggiamolo con umiltà oltre che con l'interesse che è merito della capacità e competenza dell'Autore.

Tag: Medicina difensiva, Responsabilità